Notizia Oggi

Stampa Home

Varallo, Luttore deluso dal sindaco ma anche dal centrosinistra

Tutte le motivazioni in una lettera
Articolo pubblicato il 10-05-2017 alle ore 21:26:52
Varallo, Luttore deluso dal sindaco ma anche dal centrosinistra 3
Augusto Luttore

Ha deciso di farsi da parte Augusto Luttore, che negli ultimi cinque anni ha rappresentato in consiglio comunale il gruppo Sinistra per Varallo "Bella ciao" con Franco Camosso. «Il gruppo ha deciso - riporta una nota -, con sacrificio e responsabilità, di non presentare la propria lista alle prossime elezioni comunali». Tutte le motivazioni in una lettera che i varallesi riceveranno in questi giorni. «La consegneremo a mano, porta a porta, come sempre abbiamo fatto e faremo ancora in futuro a tutti i residenti in centro e frazioni - spiega Luttore, inizialmente pronto a ritentare la corsa alla poltrona civica -. La decisione di non presentare una lista non significa che il nostro impegno per la città si fermi. La nostra attività politica continuerà con la stessa passione ideale che ci ha contraddistinto in questi anni. Continueremo a partecipare ai consigli comunali, ovviamente non più sui banchi ma tra il pubblico, per riferire ai cittadini attraverso il nostro “resoconto” che continueremo a recapitare a ogni famiglia e continuando a stampare il periodico “La sinistra c’è e si legge...” con l’obiettivo di trattare alcuni temi in modo più approfondito».

Un impegno e una passione che prosegue dunque e che finora ha permesso al gruppo di superare tutte le difficoltà incontrate in questi cinque anni di mandato, «a partire dalle lungaggini nell’avere la documentazione necessaria a svolgere il nostro lavoro - scrivono Luttore e Camosso - e dall’arroganza derivante da una superiorità numerica che questa giunta sorda e cieca ai problemi sollevati non esitava ad esibire». Ed è proprio partendo dall’esperienza negativa fatta «che - spiegano i referenti della Sinistra per Varallo - sentivamo l’esigenza di lavorare alla costruzione di una lista unitaria di centrosinistra con l’obiettivo di sconfiggere l’attuale maggioranza. Lista da noi auspicata fin da aprile 2016, quando abbiamo richiesto un incontro con l’associazione "Vorrei Varallo", incontro concessoci, a seguito di varie sollecitazioni, dopo circa quattro mesi. L’unico paletto che mettavamo era che non ci fosse in lista un rappresentante del Pd con un incarico ufficiale. Al primo incontro ne sono seguiti altri sempre da noi sollecitati.

Al termine dell’ultimo siamo rimasti in attesa di una loro risposta. Risposta, arrivata casualmente dopo circa 15 giorni, con la quale ci veniva comunicato che avevano scelto di fare una lista civica con il Pd. Coscienti che la scelta di rompere con noi avrebbe favorito l’attuale sindaco, abbiamo ufficializzato a mezzo stampa che avremmo presentato la nostra lista, sperando che questa notizia li portasse a rivedere la loro posizione. Dopo giorni di assoluto silenzio, giungeva la notizia riportata dai giornali locali che il gruppo "Vorrei Varallo" aveva costituito un comitato elettorale denominato "ViviAmo Varallo" e successivamente avveniva la presentazione ufficiale della lista e del candidato sindaco. A questo punto di fronte all’irresponsabilità dei nostri interlocutori, certi che la presenza di due liste nell’area di centrosinistra favorirebbe la vittoria di chi abbiamo tenacemente combattuto in questi ultimi cinque anni, si è deciso, con sacrificio e grande senso di responsabilità, di non presentarci alle prossime elezioni comunali».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...