Notizia Oggi

Stampa Home

Prof di Prato Sesia alleva volatili tra i più belli al mondo

Una vocazione ereditata dal papà: la prima gara a 16 anni. «Ci vuole tanto impegno»
Articolo pubblicato il 09-02-2018 alle ore 10:44:59
 Prof di Prato Sesia alleva volatili tra i più belli al mondo

 1
Prof di Prato Sesia alleva volatili tra i più belli al mondo 1

A Prato Sesia vivono alcuni degli uccellini più belli del mondo. Con alcuni dei suoi esemplari di “verdoni agata”, infatti, l’allevatore pratese Corrado Brumana ha ottenuto il primo posto di categoria al Campionato mondiale di Ornitologia. L’evento è andato in scena dal 13 al 21 gennaio a Cesena e ha visto partecipare circa 32mila persone, provenienti da 28 paesi di tutto il mondo. Brumana si è aggiudicato il primo posto su quattro nella categoria dedicata confrontandosi con altri appassionati dalla Grecia e dalla Spagna oltre che dall’Italia. 

Il pratese ha già all’attivo alcune vittorie nei Campionati italiani, nonché nelle esposizioni locali, e ha partecipato ad altri tre mondiali tenuti in patria, ma il primo posto a livello mondiale è una nuova conquista: «È stata una grande soddisfazione – racconta – il mio è un allevamento piccolo che coltivo come hobby e con pochi soggetti non è facile vincere». 

Brumana, di professione docente all’istituto agrario, coltiva la passione per l’ornitologia fin dall’infanzia: «È una passione che ho ereditato da piccolo da mio papà, a sua volta allevatore – racconta – ho partecipato alla mia prima gara a 16 anni. Una volta c’erano molti più allevatori. Con il tempo, il loro numero si è ridotto e temo che questa passione finirà per perdersi con il passare degli anni, perché purtroppo sono pochi i giovani che vi si dedicano. Anche gli eventi dedicati sono meno numerosi».
Prendersi cura degli animali, del resto, richiede impegno e pazienza: «Occorre fare attenzione ad alimentarli correttamente, sincerarsi delle loro condizioni, controllare che tutto prosegua bene durante le covate e altro ancora, per almeno un’ora di impegno al giorno – spiega – allevare richiede sicuramente dei sacrifici, ma dà anche molta soddisfazione. Per me allevare significa conoscere e coltivare l’amore per la natura». Il pratese si è dedicato in particolare a tre specie: verdoni, crocieri e canarini. «Sono specie molto intelligenti – sottolinea – mi danno molta soddisfazione». Qualche consiglio per chi volesse intraprendere la sua stessa strada? «Innanzitutto informarsi, poi iniziare con pochi animali e semplici da seguire, per esempio i canarini». Per chi invece si limita ad avere qualche esemplare per compagnia, l’allevatore raccomanda di alimentarli con cibi sani, tenere il loro ambiente pulito, cambiare l’acqua giornalmente ed evitare le correnti d’aria, il sole diretto e la vicinanza di fonti di calore. Certi uccellini, se seguiti con accortezza, possono raggiungere anche i dieci anni di età.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...