Notizia Oggi

Stampa Home
Sanità

Oncologia in Piemonte: la classifica delle migliori strutture sanitarie

Un nuovo portale per aiutare famiglie e pazienti
Articolo pubblicato il 30-03-2017 alle ore 18:30:50
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Il Presidio Ospedaliero Molinette di Torino, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore della Carità di Novara e l’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo risultano le migliori strutture della Regione Piemonte nel campo dell’Oncologia. È quanto emerge da una ricerca di Doveecomemicuro.it, il primo motore di ricerca gratuito, che contiene tutti i dati aggiornati sulle prestazioni e sulle performance di ospedali, studi medici, case di cura, poliambulatori e centri diagnostici.

L’indagine ha preso in esame sette tipi di tumore (Colon, Polmone, Stomaco, Pancreas e Vescica) facendo emergere quali sono le strutture che trattano il maggiore numero di casi e che hanno un grado di esperienza più alto nella Regione. Oltre ai centri già citati nella classifica generale (nel dettaglio il Presidio Ospedaliero Molinette di Torino risulta primo per il Tumore al Polmone, Pancreas, Stomaco, Vescica e Colon), si segnala l’Ospedale Sant’Anna di Torino per quanto riguarda il Tumore alla Mammella e l’Ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano (Torino) per il Tumore alla Prostata.

Non solo, la ricerca di Doveecomemicuro.it offre una fotografia dettagliata della situazione attuale relativamente al rispetto dei volumi minimi fissati dal Ministero della Salute confrontandoli anche con le medie nazionali. Su questo fronte il Piemonte si conferma quasi sempre (e abbondantemente) sopra la media nazionale. Se si esclude infatti il Tumore allo Stomaco (19% rispetto al 28% nazionale) in tutti gli altri casi la percentuale regionale è superiore a quella italiana (per il Tumore alla Prostata, ad esempio, in Piemonte il 76% delle strutture rispetta i volumi minimi a fronte di una media nazionale del 56%).

Dal punto di vista della “migrazione sanitaria” la stragrande maggioranza dei cittadini piemontesi decide di curarsi all’interno della propria regione (in ordine crescente: 80,7% in caso di Tumore al Polmone, 86,3% per il Pancreas, 88,3% per la Mammella, 91,7% per la Prostata, 94% per la Vescica, 94,3% per lo Stomaco, 95,6% per il Colon).

Le fonti di Doveecomemicuro.it sono il Ministero della Salute e il Programma Nazionale Esiti (PNE). Il rigore metodologico del Centro Studi si basa su alcuni principi come il rigore scientifico, secondo il quale qualsiasi messaggio comunicativo divulgato dal portale è il frutto dei risultati della ricerca delle migliori evidenze scientifiche disponibili in materia, il lavoro di rete e il miglioramento continuo.

Aiutare i cittadini nella scelta della migliore struttura sanitaria per la propria salute e per quella dei propri cari è la mission del motore di ricerca che mette a disposizione di tutti un database con oltre 1.300 strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate SSN e oltre 700 strutture territoriali (poliambulatori, centri diagnostici, case della salute, centri specialisti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...