Notizia Oggi

Stampa Home

Il Valduggia festeggia la Promozione: «Tutto merito del gruppo»

Le emozioni della squadra al traguardo raggiunto nei giorni scorsi
Articolo pubblicato il 20-04-2017 alle ore 10:22:12
Il Valduggia festeggia la Promozione: «Tutto merito del gruppo» 1
Il Valduggia festeggia la Promozione: «Tutto merito del gruppo» 1

La vittoria del Valduggia dei giorni scorsi, che ha portato alla promozione storica per la società partita dalla Terza categoria, fa ancora sognare.  Mister Fabio Giacobino non è di certo il tecnico che ama apparire, ma davanti a un risultato del genere non si è tirato indietro. «E’ stata la vittoria del gruppo e dei ragazzi che ci hanno creduto. La loro voglia ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo». A inizio stagione, l’intenzione del Valduggia era di fare meglio dell’anno scorso. «Neanche io mi aspettavo di chiudere il campionato in prima posizione. A fine del girone di andata ci siamo guardati negli occhi e abbiamo capito che forse poteva essere l’anno giusto. Gestire 22 ragazzi non è facile, ma il loro merito è di aver pensato come gruppo e non come individui». Il campionato non è finito: «Abbiamo scritto una pagina importante della storia di questa società e voglio il massimo, onoreremo fino alla fine la stagione». Giacobino allena per passione, ma in quattro anni ha già messo a segno due promozioni e tutte sulla panchina del Valduggia: «E’ motivo d’orgoglio non tanto per me quanto per la società che è partita dal basso e ha continuato a salire grazie a un ambiente fantastico fatto di persone sempre disponibili». Sorride anche il direttivo sportivo Moreno Boi: «E’ stata una stagione spettacolare, abbiamo coronato un sogno. Eravamo partiti con l’obiettivo play-off e ci siamo trovati in testa sin dalle prime battute. L’artefice di questa cavalcata è sicuramente l’allenatore che ha saputo gestire al meglio il gruppo».

Il merito del Valduggia è stato quello di non rivoluzionare l’assetto dello scorso anno inserendo pedine interessanti tra esperti e giovani. «Il feeling si è creato quasi subito - ammette Mattia Urban -. E’ stata una stagione davvero entusiasmante grazie a un allenatore che ci ha indicato la strada, ma anche a una società che ci ha seguito sempre. Un grazie particolare va al d.s. Boi e al presidente Andrea Rigamonti». Urban ha saputo calarsi alla perfezione nella parte della Prima categoria dopo aver calcato i campi di serie D, Eccellenza e Promozione: «Venire a Valduggia è stata una scelta giusta. Due anni fa volevo avvicinarmi a casa, il direttore sportivo Boi mi aveva parlato del loro progetto e mi ha convinto. Avere poi Giacobino come allenatore era sicuramente una garanzia che ci saremmo allenati bene e infatti non ho sbagliato. E’ stato un campionato che rimarrà nei cuori di tutti, tante le emozioni vissute grazie a tutti i compagni».

Attualità

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...