Notizia Oggi

Stampa Home

Il giallo del lago d'Orta: i cadaveri ripescati ieri sono lì da trent'anni

Decisivo l'esame del dna
Articolo pubblicato il 09-01-2017 alle ore 07:04:52
I cadaveri ripescati ieri nel lago d'Orta sono lì da trent'anni 2
Foto d'archivio

Potrebbero essere sotto le acque da trent'anni giusti i resti delle due persone trovate ieri nel lago d'Orta. Molti hanno infatti pensato che si potrebbe trattare di Luciano Gianduso e Donato Musto, nati rispettivamente nel 1921 e nel 1913. Erano residenti nel Cusio e scomparvero improvvisamente nel gennaio 1987 senza lasciare tracce. Su di loro si fecero molte ipotesi, compresa una maxi vincita al lotto che li avrebbe indotti a sparire per godersi i soldi.

Il ritrovamento è avvenuto ieri grazie ad alcuni sub che hanno avvistato prima le lamiere di un vecchio sulky rosso e poi, all'interno, ossa umane. Ossa sparse, senza più figura. Prima si è pensato a un solo cadavere, poi si è fatta strada l'ipotesi che le persone in fondo alle acque potessero essere due. Tutte ipotesi da verificare. Sarà decisivo l'esame del dna.

Attualità

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...