Notizia Oggi

Stampa Home

I gatti ispirano le poesie del nuovo libro di Maria Rosa Pantè

Il volume contiene le tavole realizzate da Francesca Musolino
Articolo pubblicato il 06-01-2017 alle ore 12:36:57
I gatti ispirano la poesia nel nuovo libro di Maria Rosa Pantè  2
A Grignasco

''Gatti Di-versi'' è il titolo della raccolta di poesie che l'autrice borgosesiana Maria Rosa Pantè ha presentato a Grignasco. Il libro di poesie unisce le sue due più grandi passioni e i proventi della vendita saranno devoluti all’associazione “ConFido in te”, una onlus che si occupa di salvare i cani e i gatti spagnoli, cercando per loro una adozione in Italia. «Questa associazione generosa che si occupa di animali, e anche di gatti, mi aiuta a superare l’antropocentrismo – ha spiegato l'autrice -, mostrandomi un universo molto più grande e variegato».

«In occasione della serata, organizzata dal Gruppo Studi Linguistici e letterari del Centro Studi di Grignasco, erano esposte in biblioteca alcune delle tavole che illustrano il volume, realizzate da Francesca Musolino, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera, pittrice e insegnante, che vive e lavora in Valsesia – spiega Piera Mazzone, direttore della biblioteca di Varallo -. I proventi che saranno ricavati dalla vendita di queste opere grafiche saranno anch’essi devoluti all’associazione animalista».

Marianna Ticozzelli, presidente del Centro studi, ha introdotto la serata chiedendo a Pantè il perchè di un libro di poesie sui gatti: «Sono i miei parenti, vivono con me e sono poesia – ha spiegato l'autrice -: il dramma di questa parentela è che la loro vita è molto più breve di quella degli esseri umani. La mia convivenza con gatti molto diversi fra di loro mi ha consentito di arricchirmi emotivamente e di migliorare le mie capacità di relazionarmi anche con gli umani. I gatti sono molto simili a un verso poetico, racchiudendone l’armonia e la musicalità, giacchè rapido è il gatto come un verso, sintetico e perfetto pare un sonetto in rima».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...