Notizia Oggi

Stampa Home

Gattinara aspetta il giro delle tabine: ma sarà un carnevale senza carri e battaglia

I festeggiamenti partiranno da domenica 28 gennaio
Articolo pubblicato il 12-01-2018 alle ore 12:48:21
Gattinara aspetta il giro delle tabine: ma sarà un carnevale senza carri e battaglia 1
Gattinara aspetta il giro delle tabine: ma sarà un carnevale senza carri e battaglia 1
E' ormai partito il conto alla rovescia per il carnevale a Gattinara ma quella di quest'anno sarà un'edizione diversa rispetto al passato. A differenza di altri anni, infatti, non ci saranno gli eventi più “in grande” come la sfilata dei carri o la celebre battaglia dell’acqua. Rimangono comunque in calendario le manifestazioni più tradizionali. Quello di quest’anno sarà inoltre un Carnevale molto “precoce”: le manifestazioni si apriranno domenica 28  gennaio per poi concludersi con il martedì grasso il 13 febbraio.
Domenica 28 ci sarà il giro delle tabine e la consegna delle chiavi della cittadina. L’appuntamento per il giro è alle 12,30, in piazza Paolotti. Da qui, la prima tappa sarà in municipio: non si può dire di no al re del carnevale e il sindaco Daniele Baglione dovrà temporaneamente “abdicare” per lasciare il governo di Gattinara in mano al Babacciu e alla Plandrascia. Le due maschere saranno nuovamente interpretate da Luca Scribante e da Sara Roncarolo.
«È prevista all’incirca una decina di tappe per il giro delle tabine – annuncia Matteo Sella, presidente del comitato organizzatore – si tratta di un evento normalmente molto seguito e partecipato, a cui prendono parte tante persone, della zona e non». L’anno scorso, purtroppo, nel giorno del giro imperversò il maltempo, che ridusse drasticamente le presenze: quest’anno, dunque, c’è anche l’occasione di rifarsi per chi nel 2017 ha dovuto arrendersi alla pioggia.
Il carnevale “entrerà” poi nelle scuole e nelle case di riposo con la visita delle maschere e dei rappresentanti del Comitato: «Giovedì 8 febbraio faremo tappa dai bimbi… e dai meno bimbi» fa sapere il presidente. Sabato 10, invece, saranno proprio i più piccoli i protagonisti: nel pomeriggio, nella palestra delle scuole medie, ci sarà la festa dedicata ai bambini. Domenica 11 è in programma la tradizionale fagiolata di corso Cavour, che potrebbe poi essere collegata a ulteriori iniziative collaterali. Sono all’incirca venti le persone impegnate per la realizzazione di questa edizione del Carnevale: «Inoltre – spiega Sella – ci sono diverse persone che si sono rese disponibili per aiutarci».
 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...