Notizia Oggi

Stampa Home

«E' stata dura prendere in mano Borgosesia dopo la scomparsa di Buonanno»

Il punto sui lavori in piazza
Articolo pubblicato il 08-01-2017 alle ore 07:31:28
«E' stata dura prendere in mano Borgosesia dopo la scomparsa di Buonanno» 3
«E' stata dura prendere in mano Borgosesia dopo la scomparsa di Buonanno» 3

Il vice sindaco di Borgosesia, Alice Freschi, traccia un bilancio dell'anno appena concluso e annuncia alcuni impegni per il 2017.

«Desidero far giungere a tutti i cittadini un mio saluto con l'augurio per un nuovo anno che porti maggiore stabilità, lavoro e serenità alle famiglie. Il 2016 è stato un anno difficile e impegnativo per tutti, ma particolarmente per il Comune di Borgosesia, a causa della morte improvvisa e inaspettata del sindaco Gianluca Buonanno. Ci siamo trovati ad amministrare al suo posto, un compito non sempre facile, ma tutti si sono impegnati perché le problematiche più diverse trovassero una soluzione e insieme si giungesse a portare ai borgosesiani i risultati promessi. Non tutto è giunto al traguardo ma avrà sicuramente una soluzione in tempi brevi.

Tra gli impegni presi, dopo la realizzazione di un parcheggio di grande utilità in via Alberto Giordano e l’avvio a breve della nuova strada in Aranco per superare la strettoia della chiesa, dobbiamo mettere la realizzazione della piazza grande di Borgosesia, costituita da una parte di piazza Mazzini e da piazza Martiri. Qui ad alcune problematiche incontrate nell’esecuzione delle opere di sottofondo per i servizi si sono sommati ritardi legati alla produttività dell’impresa che aveva vinto la gara per cui i lavori nel tratto di piazza Martiri tra il condominio Casabella e la chiesa parrocchiale non sono completati. Sul fondo in cemento, comunque calpestabile, sono stati posizionati larghe passatoie verdi e tappeti rossi per permettere un ampio passaggio ai pedoni davanti alle vetrine fino ad uscire sulla piazza Parrocchiale. Ci siamo però impegnati perché nella parte già completata l’illuminazione pubblica e l’arredo urbano venissero sistemati con la posa dei nuovi lampioni, delle nuove panchine e fioriere che al momento abbelliscono l’area in attesa dei vasi con grandi piante.

Mi scuso comunque, contando sulla loro comprensione, con tutti i commercianti che affacciano sulla zona dei lavori e che, a rotazione e nei diversi periodi dell’anno, hanno avuto momenti di disagio e di difficoltà. Proprio per questo ho pensato che un segno da parte dell’amministrazione era dare la possibilità nel 2017 di avere una riduzione della Tari e una giustificazione per gli studi di settore in merito all’eventuale riduzione del fatturato.

Nel segno della continuità invece l’Armata Brancaleone continua ad operare e portare il suo aiuto per una città pulita e ordinata così come era nelle intenzioni del sindaco Buonanno. Si tratta di un aiuto quasi indispensabile che il Comune porta a persone spesso in estremo disagio ma che ritrovano in questo modo una dignità nel vivere.

Nei dodici mesi passati siamo intervenuti in cose e situazioni grandi e piccole che abbiamo affrontato con grande impegno e senso del dovere e ci farebbe piacere che venissero percepite positivamente dai cittadini. Ringrazio inoltre tutti i collaboratori, i dipendenti e gli amministratori e rivolgo nuovamente a voi cittadini l'augurio perché questo periodo possa essere vissuto con serenità e anche speranza di fiducia e di un miglioramento».

Alice Freschi

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...