Notizia Oggi

Stampa Home

Coltellate a Serravalle, ora un 21enne andrà a processo per tentato omicidio

Prima udienza il 10 ottobre
Articolo pubblicato il 17-07-2017 alle ore 07:51:34
Coltellate a Serravalle, ora un 21enne andrà a processo per tentato omicidio 3
Foto d'archivio

Al culmine di una lite aveva ferito con un coltello da sub un 26enne residente in Valsessera. Ora un giovane 21enne di Serravalle è chiamato a rispondere di tentato omicidio davanti al tribunale. La richiesta di rinvio a giudizio è stata accolta, e il prossimo  10 ottobre comparirà davanti al giudice di Vercelli. Inizialmente era stato arrestato, poi il giudice dell'udienza preliminare gli aveva concesso gli arresti domiciliari, successivamente l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 


Era la sera tra il 16 e 17 dicembre 2016 intorno alle 3 del mattino quando avvenne l'accoltellamento. Quando i carabinieri erano arrivati a Serravalle, avevano trovato fuori da un bar della zona di Naula un ragazzo ferito con un coltello da sub ancora conficcato nella zona ascellare. Sul posto era intervenuto anche il personale sanitario  118 per portare la vittima in ospedale a Borgosesia. Il valsesserino era stato poi trasferito al "Maggiore" di Novara per le gravi ferite riportate e qui sottoposto a un intervento chirurgico. Oltre ad essere stato colpito lateralmente, il 26enne presentava altre due ferite da taglio alla schiena.  


I carabinieri ci avevano messo poco ad arrivare al responsabile delle coltellate. Tutto era nato da un diverbio che era presto degenerato in una lite furibonda. Anche grazie alle testimonianze si era così arrivati a identificare un 21enne di Serravalle, peraltro anche lui rimasto ferito dal rivale. 


Secondo quanto ricostruito, tra i due si era acceso un diverbio, dalle parole si era passati alle mani. Il 21enne sarebbe stato inizialmente ferito con un oggetto affilato alla guancia, quindi si sarebbe avventato a sua volta sull'aggressore con un coltello da sub. Tre alla fine le ferite inferte. Il ragazzo,  difeso dall'avvocato Francesca Orrù, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di tentato omicidio. Ma già in fase dibattimentale la difesa potrebbe chiedere di alleggerire la posizione del proprio assistito, proprio per il fatto che nella lite venne ferito a sua volta. 


La parte dibattimentale comunque si aprirà in autunno con l’audizione dei testimoni di accusa e difesa che saranno importanti per fare luce su quanto accaduto.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...