Notizia Oggi

Stampa Home

Coggiola, finisce sul TgCom24 il caso della volpe uccisa con una fucilata

Articolo pubblicato il 21-11-2017 alle ore 14:09:13
Coggiola, finisce sul TgCom24 il caso della volpe uccisa con una fucilata 2
Coggiola, finisce sul TgCom24 il caso della volpe uccisa con una fucilata 2

Ha destato rabbia e sconcerto la notizia della volpe, diventata la “mascotte” della frazione Zuccaro di Coggiola, uccisa a fucilate. Tanto che la vicenda è stata ripresa anche da Tgcom24. La notizia lanciata da “Notizia Oggi” nelle scorse settimane ha infatti creato un vero e proprio “tam tam” su Internet e sui social e così il caso è arrivato alla ribalta nazionale. Anche diverse associazioni animaliste si sono mosse per denunciare il fatto.

E’ una storia che tocca il cuore quella della volpe adottata dagli abitanti di Zuccaro a Coggiola, dalle testimonianze raccolte l’animale ormai si avvicinava senza problemi all’uomo. Non attaccava i pollai, visto che ormai nessuno più li tiene ma si accontentava di mangiare gli avanzi nella ciotola che alcuni residenti gli facevano trovare fuori casa. Girovagava soprattutto nel tardo pomeriggio e in serata per le viuzze senza dare fastidio. A qualcuno però evidentemente non piaceva la presenza dell’animale che è stato trovato senza vita, colpito a morte con un’arma da fuoco. E la storia della volpe uccisa ha fatto parlare di sè finendo su Internet e sui social. Nei giorni scorsi anche Repubblica ha voluto riprendere la vicenda, così come Tgcom24, alla redazione del gruppo Mediaset non è fuggita la storia. Da lì in poi anche i siti animalisti hanno voluto condividere il fatto denunciando quanto successo. Nel portale “I have a dream” si spiega: «La creatura si era abituata a scendere nel centro abitato – racconta il post – quando veniva dato del cibo ai gatti randagi. Lei, completamente inoffensiva, si metteva ad aspettare per mangiare assieme a loro, ormai si fidava dell’uomo, e non era più un pericolo per nessuno, in quanto poi, nessuno possedeva un pollaio. La sua fiducia verso l’uomo l’ha ingannata».

Il primo cittadino si è da subito interessato della vicenda, anche perchè oltre a uccidere un animale senza motivo c’è anche una questione di sicurezza. Qualcuno ha sparato in un centro abitato senza farsi alcun problema.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...