Notizia Oggi

Stampa Home

Cercasi gestore per il rifugio Oro Balme

Si tratta di una struttura in stile walser
Articolo pubblicato il 26-01-2018 alle ore 12:46:23
Cercasi gestore per il rifugio Oro Balme 1
Cercasi gestore per il rifugio Oro Balme 1

Si cerca un gestore per il rifugio alpino Oro Balme di Cervatto. Le domande vanno presentate entro il 29 gennaio alle 15 negli uffici di segreteria del Comune di Cervatto. Il bando verrà aggiudicato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Il capitolato d’appalto e la relativa documentazione sono disponibili presso gli Uffici comunali dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30. (tel-fax 016355124) oppure consultabili sul sito del Comune di Cervatto www.comune.cervatto.vc.it o all’albo pretorio on-line del Comune.

Rifugio alpino in stile walser, si raggiunge la struttura tramite un comodo sentiero pianeggiante immerso tra boschi di faggi e abeti secolari, dalla frazione Giavina di Cervatto con solo 45 minuti di camminata. Il rifugio apre nel 2010 dopo un’attenta ristrutturazione ad opera del comune di Cervatto. Dispone di 14 posti letto con tanto di cucina. E’ disposto su tre piani: al piano terreno la sala da pranzo, con 20 posti a sedere e la cucina. Entrambi gli ambienti sono riscaldati. Al primo piano ci sono due camerette per un totale di otto posti letto. Al secondo piano altre due camere per un totale di quattro posti letto più una suite matrimoniale.

Le camere sono tutte riscaldate con servizi igienici comuni al piano terra e al primo piano con doccia. All’esterno è allestita una superficie coperta con 50 posti a sedere. Di solito l’apertura della struttura andava da giugno a fine ottobre ogni week-end, ad agosto tutto il mese, tutti gli altri mesi su prenotazione. Dalrifugio Oro Balme partono diverse escursioni e passeggiate con diverse difficoltà.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...