Notizia Oggi

Stampa Home

«Case della salute, Trivero ''scippata'' a favore di Biella e Cossato»

Il progetto partì 15 anni fa
Articolo pubblicato il 09-01-2017 alle ore 17:39:26
«Case della salute, Trivero ''scippata'' a favore di Biella e Cossato» 3
Case della salute a Trivero: la discussione continua

Da un lato c'è la Regione Piemonte, che continua a pubblicizzare le case della salute e che dovrebbero rappresentare un punto di forza della sanità in Piemonte, dall'altro il Comune di Trivero, che chiede nuovamente all’Asl di Biella di cambiare idea. «In realtà - interviene Piero Casula, ex consigliere comunale - si continua a ignorare un fatto importante. Il progetto della casa della salute partì 15 anni fa a Trivero e ora proprio l’ex ospedaletto si trova depauperato di questa importante opportunità. E’ successo che l’anno scorso hanno chiuso a Trivero una casa della salute già funzionante dicendo che c’erano meno soldi e questa è stata una scelta avvallata dall’amministrazione comunale. Ci proposero inoltre di portare l’ambulanza tecnologica, che finora nessuno ha visto».

Nel frattempo è uscita la notizia delle nuove case della salute della Regione. «Solo che - fa notare Casula - le Asl serie le hanno dislocate nei luoghi decentrati come Coggiola e Varallo. Mentre a Biella ne vogliono costruire una praticamente nel parcheggio dell’ospedale appena inaugurato. Non sarebbe stato meglio realizzarla a Trivero dove comunque il direttore sanitario Gianni Bonelli dice che i servizi ci sono?» E Casula rilancia: «Purtroppo la questione della casa della salute non ha neppure un po’ scosso l’attuale amministrazione. Se la scelta fosse stata fatta da una lista di centrodestra o dai 5 Stelle sono sicuro che la giunta Pd avrebbe organizzato pullman e scenate di rito. Invece nulla. A questo punto chiedo agli altri sindaci dell’Unione di colmare le lacune di Trivero e farsi portavoce perchè la casa della salute venga realizzata all’ex ospedaletto del Centro Zegna. Bisogna fermare questa manovra dell’assessore regionale Antonio Saitta».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...