Notizia Oggi

Stampa Home

Carnevale Varallo consegna a Stefano la borsa di studio

In occasione della serata culturale
Articolo pubblicato il 27-01-2018 alle ore 14:50:11
Carnevale Varallo consegna a Stefano la borsa di studio 3
La consegna della borsa di studio al borgosesiano Stefano Giacobini

Musica, tradizioni e novità alla serata culturale del carnevale 2018. L’appuntamento è stato tutto dedicato alla presentazione del nuovo cd con le più belle canzoni carnascialeschi ed è stata consegnata, come da consuetudine, la borsa di studio in onore di tutti i cuochi della paniccia a uno studente dell’istituto alberghiero “Pastore”. A ricevere il premio nella cornice del teatro Civico, Stefano Giacobini, studente di Borgosesia al quarto anno del corso di cucina; accanto a lui il preside Alberto Lovatto e la professoressa Giovanna Cannas.

«Distintosi tanto per i suoi voti, quanto per il suo bel carattere e la sua partecipazione a tutte le attività della scuola - ha detto Cannas -, Stefano ha portato a termine anche diversi stage, ottenendo ottimi risultati». Descritto come un ragazzo educato e con una grande voglia di apprendere, Giacobini può inoltre vantare sul suo curriculum un periodo di tirocinio all’estero, svolto lo scorso anno in Irlanda grazie al progetto Erasmus. Per il giovane complimenti anche da Re Marcantonio, impersonato da Simone Mancini, che ha consegnato la borsa di studio a nome di tutto il Comitato carnevale affiancato dalla Cecca Costanza Galasso.

«La paniccia è il piatto tipico della nostra tradizione e speriamo che questo piccolo segno, in ricordo di tutti i suoi cuochi e a riconoscimento dei tuoi risultati, possa essere di buon auspicio per il tuo futuro - è stato l’augurio di Mancini -. Nella tua carriera non dimenticare mai le tue radici e cerca sempre di portare nella cucina che andrai a proporre un po’ del nostro territorio e della nostra identità».

L’Istituto alberghiero cittadino ha partecipato alla serata anche offrendo un rinfresco al termine dello spettacolo musicale e teatrale “Marcantonio vieni vieni”. Nata da un’idea di Gianni Nettis e Daniele Curri, la rappresentazione ha visto salire sul palco vecchi interpreti della maschera di Marcantonio e i cantanti che hanno realizzato il cd novità del 2018. Tra video ed esibizioni dal vivo, gli spettatori in sala sono stati avvolti da un’atmosfera intrisa di ricordi legati al carnevale, anche grazie alle immagini della città di ieri e di oggi che scorrevano sullo sfondo. Presente, inoltre, la banda “Città di Varallo”, che ha collaborato alla realizzazione dell’album divenuto realtà anche grazie al sostegno del Comune, rappresentato venerdì dagli assessori Alessandro Dealberto ed Enrica Poletti, ex Cecca.

Il prossimo appuntamento con il carnevale di Varallo, dopo la sottoscrizione pro paniccia di ieri e oggi (26 e 27 gennaio), è fissato per domani, domenica 28, con i “Coriandoli d’Argento”, pomeriggio danzante al club della terza età.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...