Notizia Oggi

Stampa Home

Carnevale Crevacuore, il Vettu regala al sindaco la sua sagoma di cartone

Articolo pubblicato il 13-01-2018 alle ore 14:12:04
Carnevale Crevacuore, il Vettu regala al sindaco la sua sagoma di cartone 3
Carnevale Crevacuore, il Vettu regala al sindaco la sua sagoma di cartone 3

Da venerdì Vettu e Berta regnano a Crevacuore. Durante il concerto della banda di Coggiola al polivalente, il sindaco Massimo Toso ha consegnato le chiavi del paese alle due maschere regine del Carnevale, impersonate da Matteo Pavero e da Stefania Menada.

«Abbiamo regalato simpaticamente al primo cittadino – spiega il Vettu - la sua foto su una sagoma, così da farlo partecipare alle varie iniziative del carnevale. Poi lo abbiamo omaggiato con del sale, perché sulle strade manca, e di una macchina fotografica con cui equipaggiare gli speed-check, le torrette arancioni segna velocità. Sono idee che abbiamo letto sui social network».

Il giorno dell'Epifania è invece stato proposto il veglione danzante al bocciodromo. Numerosi i gruppi che hanno partecipato all'evento tra questi le maschere di Guardabosone e di Sostegno. E' stato un modo per stare insieme e per iniziare le manifestazioni dedicate al carnevale che si terranno in zona. Alla fine sono stati circa settanta i comitati provenienti da Vercelli, Novara, Biella, Torino e Valsesia.

Per quanto riguarda Guardabosone, quest’anno è “nata” una nuova maschera: assieme al Bellu e alla Bella (interpretate da Mirko Ossola e da Teresa Angelino), è arrivato anche il Brut (impersonato da Ivan Fioroni).

Il prossimo appuntamento che vedrà impegnato il comitato Vettu e Berta sarà la festa dedicata ai bambini, in programma per domenica 11 febbraio. Ci sarà la merenda, i giochi e altre sorprese per i più piccoli nel salone polivalente.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...