Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia, la giunta pronta a ''licenziare'' l'impresa che lavora in piazza

«Se il contratto verrà rescisso, completeremo in autonomia la pavimentazione»
Articolo pubblicato il 09-01-2017 alle ore 09:52:31
Borgosesia, la giunta pronta a ''licenziare'' l'impresa che lavora in piazza 2
BIl cantiere per la pavimentazione di piazza Martiri: ora è sospeso nel tratto che conduce verso piazza Parrocchiale

Il Comune di Borgosesia punta a rescindere il contratto con la ditta appaltatrice e completare in autonomia la pavimentazione di piazza Martiri. Per attuare la sua decisione ha dato mandato a un legale, l’avvocato vercellese Alberto Villarboito, di avviare la procedura e valutare le conseguenze della mancata esecuzione del contratto. A breve - il tempo concesso alla “Genco Italia srl” per far conoscere le proprie intenzioni - si saranno resi noti  gli spazi di manovra e i tempi dell'operazione.

Il cantiere, nel tratto di piazza Martiri che sfocia in piazza Parrocchiale, è temporaneamente in stallo  L'intenzione era di riprendere il lavoro dopo le festività, ma l'ipotesi appare ora remota vista la situazione che coinvolge la ditta incaricata.

«L’azienda ha accumulato più volte ritardi dopo aver ottenuto una proroga di fine lavori - commenta l'assessore comunale Paolo Tiramani -. Quanto ancora si poteva sopportare questa situazione? Ci sono pochissime garanzie che possa portare a termine l'opera e noi abbiamo il dovere di uscire da questa situazione al più presto. Purtroppo questo appalto è lo specchio di come funzionano le cose in Italia, con bandi di gara europei che spesso rischiano di non poter essere rispettati dalle ditte appaltatrici e che offrono poche garanzie agli enti pubblici».

Il Comune dovrà ora capire come procedere, tenendo in considerazione i tempi: «L'incarico al legale serve per avviare una procedura d'urgenza che ci permetta di chiudere in tempi brevi - rileva il vice sindaco Alice Freschi -. La ditta dovrà comunicare nei prossimi giorni cosa ha intenzione di fare e se intende portare a termine il lavoro, cosa che a questo punto non credo possa riuscire. Una volta rescisso il contratto sarà compito del Comune acquistare il materiale e dare mandato ai posatori di completare la pavimentazione. Abbiamo pazientato sin troppo: è doveroso nei confronti dei cittadini mettere in ordine quel tratto di piazza, che vogliamo al più presto riaprire al passaggio delle auto. Senza dimenticare l'incombenza del carnevale». 

Il nodo da risolvere è dunque la rescissione del contratto, poi il Comune potrà attivarsi: «Appena avremo libertà di agire, sarà acquistato il materiale dallo stesso fornitore e affidato ai posatori il completamento dell'opera. A quel punto, in venti, massimo trenta giorni, tutto potrà essere concluso - osserva Tiramani -. Allo stato attuale i pagamenti verso “Genco” sono bloccati e la somma mancante, che si aggira sui 200mila euro, è sufficiente per concludere i lavori. Senza dimenticare che “Genco” avrebbe anche dovuto occuparsi di via Della Bianca e, per quella mancanza, c’è la volontà di andare per vie legali».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...