Notizia Oggi

Stampa Home

Ammonta a più di 12mila euro il danno dei ladri al cimitero di Ghemme

La scoperta ad opera di alcuni cittadini che hanno trovato lampade spente e acqua sui loculi
Articolo pubblicato il 15-11-2017 alle ore 13:09:58
Ammonta a più di 12mila euro il danno dei ladri al cimitero di Ghemme 1
Ammonta a più di 12mila euro il danno dei ladri al cimitero di Ghemme 1

Un furto da circa 12mila euro al cimitero di Ghemme, dove sono state trafugate la converse in rame del tetto della cosiddetta galleria, all’ingresso della parte nuova del campo santo. La scoperta è stata fatta domenica mattina, quando alcuni cittadini in visita ai loro defunti hanno trovato le luci votive spente e l’area dei loculi allagata. E’ bastato salire con una scala per capire quello che era successo: le tegole erano state spostate e i canali di scolo per le acque trafugati. Un lavoro da professionisti, e che certamente avrà richiesto qualche ora e un’attrezzatura adeguata. Impossibile al momento stabilire anche quando sia avvenuto il furto, scoperto soltanto grazie alla pioggia caduta nel weekend, ma che anche a Ghemme mancava da mesi. «Quando siamo arrivati al cimitero - racconta il vice sindaco Piero Rossi, uno dei primi a recarsi sul posto - abbiamo trovato un vero disastro. L’acqua piovana è penetrata nei solai e oltre ad aver allagato parte della galleria ha danneggiato anche l’impianto elettrico. Per questo il cancello d’ingresso della parte nuova è ancora chiuso. Alle tombe in questi giorni si può accedere dall’entrata del cimitero monumentale». Domenica e lunedì, per ragioni di sicurezza, il campo santo era stato chiuso, mentre gli operai hanno provveduto alla posa delle nuove converse. «Sono di materiale molto meno prezioso del rame - riprende Rossi - , sperando che non facciano gola ad altri malintenzionati. Stiamo cercando di riportare tutto alla normalità il più velocemente possibile. Il costo delle nuove converse si aggira intorno ai 10mila euro, ma altri soldi serviranno per sistemare l’impianto elettrico. Prossimamente valuteremo anche la possibilità di installare nell’area delle telecamere. Quelle esistenti non erano funzionanti e comunque sono in una posizione in cui non avrebbero potuto riprendere i ladri».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...