Notizia Oggi

Stampa Home

A Borgosesia urologia torna a pieno regime: chirurgia anche nei weekend

Articolo pubblicato il 06-10-2017 alle ore 14:00:06
A Borgosesia urologia torna a pieno regime: chirurgia anche nei weekend 3
A Borgosesia urologia torna a pieno regime: chirurgia anche nei weekend 3

Un medico specialista presente in ospedale anche durante il finesettimana nel reparto di Urologia dell’ospedale di Borgosesia. Da lunedì, l’attività chirurgica del reparto è tornata a funzionare a pieno regime, dopo l’interruzione del servizio nel weekend per via delle ferie estive, e qualcuno temeva che non sarebbe stato più ripristinato. L’annuncio della ripresa dell’attività è stato dato dal direttore generale dell’azienda sanitaria vercellese Chiara Serpieri al sindaco di Borgosesia Paolo Tiramani e al consigliere con delega alla sanità Lucia Cheso.

«Siamo contenti di questo primo risultato - dicono gli amministratori - a dimostrazione che le nostre richieste e le promesse fatte dai vertici Asl non sono rimaste vane. Siamo consci del fatto che spesso le esigenze sanitarie del nostro territorio si scontrano con i problemi di fattibilità, ma noi perseveriamo nel nostro intento di ottimizzare i servizi elargibili dall’ospedale di Borgosesia. Il tutto a garanzia del diritto alla salute dei nostri concittadini».

Rientrato il problema urologia, in altri reparti l’attenzione resta alta. «Ci sono alcune problematiche che sono tuttora aperte - proseguono Tiramani e Cheso - e che riguardano il nosocomio “Santissimi Pietro e Paolo”. Ci riferiamo in modo particolare all’attività ridotta del servizio di otorinolaringoiatria, all’assenza dei primari per la medicina generale e l’ortopedia, oltre che alla carenza di personale amministrativo per la medicina legale. E a questo si devono aggiungere i disservizi del sistema di prenotazione Cup».

Tutte questioni che i due amministratori borgosesiani si augurano possano essere risolte il prima possibile. «Il ritorno a pieno regime del servizio di urologia non deve essere considerato un punto di arrivo - concludono Tiramani e Cheso -, quanto piuttosto la partenza di una serie di novità positive capaci di portare beneficio ai nostri cittadini».

Un’altra novità riguarda il cambio di guardia al vertice del reparto di anestesia; il primario Roberto Viazzo a fine mese andrà in pensione e l’Asl ha annunciato che verrà bandito un concorso per trovare il sostituto che, come il collega, farà la spola tra Borgosesia e il Sant’Andrea di Vercelli.

Un altro concorso, già avviato nei mesi scorsi dall’Asl vercellese, riguarda il primario di medicina generale, che manca a Borgosesia da ormai sette anni.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...